Un seme prezioso per la salute e il benessere

La Mandorla di Toritto è un frutto tipico dell'Altopiando della Murgia in Puglia e fa parte dei prodotti alimentari tradizionali italiani del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Il Mandorlo è una pianta robusta che cresce bene anche su terreni poveri, poco profondi e aridi. In particolare, sul territorio del comune di Toritto, al confine tra pre-Murgia e Alta Murgia, si sono sviluppate varie cultivar autoctone che portano il nome di illustri cittadini torittesi come ad esempio la antica “Rachele”, “Piscalze”, la “Antonio DeVito”, la quale si è originata all'inizio del XIX secolo nel territorio di Toritto in contrada Parchitello, e la più celebre “Filippo Cea”. La cultivar Filippo Cea risale agli inizi del XX secolo ed ha avuto origine nel podere in contrada Matine del torittese Filippo Cea, nato nel 1858.

Questa, presenta caratteristiche di eccellenza: ha un alto contenuto in olio e acidi grassi polinsaturi, una bassissima acidità e un sapore intenso ma, allo stesso tempo, equilibrato, con note di burro finali. La coltivazione, viene effettuata in asciutto, con qualche irrigazione di soccorso, non predilige eccessive concimazioni e si adattata bene ai territori murgiani. È tra le più resistenti e longeve varietà locali, per cui si adatta alle alture più esposte della Murgia.


CategoriaMandorle
Zona di produzioneToritto, Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Sito Webit.wikipedia.org/wiki/Mandorla_di_Toritto
Presidio Slowfoodwww.fondazioneslowfood.it/presidi-italia/dettaglio/mandorla-di-toritto