Vive in un ambiente caratterizzato da un clima temperato e un terreno permeabile su un’area di circa 60 ettari situata nella zona della bassa valle del fiume Foglia, in prossimità della città di Pesaro e a pochi chilometri dal confine romagnolo. In parole povere siamo a Montelabbate, nel paese delle pesche.

Grazie al suo aspetto invitante, in pochi sanno resistere. Infatti la nettarina, la varietà della Pesca di Montelabbate più coltivata, ha una polpa gialla e succosa dal sapore zuccherino. I suoi valori nutrizionali presentano una ricchezza di fibre, potassio, calcio, ferro e vitamine e una carenza di calorie. Un frutto che matura nel periodo estivo e si consiglia di essere degustata, nel pieno delle sue caratteristiche organolettiche, da luglio fino a settembre.

Per proteggere e promuovere la qualità di questo meraviglioso prodotto della nostra terra, nel 2011 è stato istituito il marchio collettivo di qualità “Pesca di Montelabbate”. Sotto questo marchio sono riuniti circa trenta produttori attivi nel comune di Montelabbate e dintorni che s’impegnano a conservare e, in molti casi, a migliorare il livello qualitativo della Pesca di Montelabbate.

Da 69 anni a questa parte, nei pressi della terza domenica di luglio, si svolge la tradizionale Sagra delle Pesche di Montelabbate. Questa sagra fu fondata nell’immediato dopo guerra da un gruppo di agricoltori locali per festeggiare il frutto simbolo del paese e rendere onore alla “regina” di Montelabbate. Attualmente l’organizzazione della Sagra è affidata alla Proloco di Montelabbate.

www.vivamontelabbate.it


CategoriaPesche e pesche noci
Zona di produzioneBassa valle del Foglia
Sito Webwww.vivamontelabbate.it/p/la-pesca-di-montelabbate.html
Presidio Slowfoodwww.fondazioneslowfood.it/presidi-italia/dettaglio/