Benvenuto! - Accessi unici oggi: 46

Rete di Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) - Economia Solidale

Eventhia è un sito web gestionale a disposizione di tutti i GAS

30 GAS utilizzano Eventhia per la gestione degli ordini a più di 300 produttori bio-etici
Un nostro obiettivo: produzione e consumo a RIFIUTI ZERO entro il 2020
Ortaggi e frutta freschi provengono da coltivazioni biologiche a Km zero
Per i prodotti non coltivabili in Italia adottiamo il commercio equo-solidale
Per conoscere meglio i produttori e rafforzare il rapporto li andiamo a trovare in azienda
I prodotti vengono distribuiti in Punti Ritiro ben organizzati

I G.A.S. nascono dal desiderio di costruire dal basso un'economia sana, in cui l'eticità valga più del profitto e la qualità sia più importante della quantità: una società in cui le persone possano ritrovare il tempo per incontrarsi ed instaurare con il prossimo rapporti più umani.


Cosa sono i GAS?

Un GAS (acronimo di Gruppo di Acquisto Solidale) è un gruppo di persone che acquistano direttamente dai produttori prodotti alimentari o di uso comune, e li ridistribuiscono fra loro. Ma non è solo questo: la parola Solidale differenzia un GAS da un qualsiasi altro Gruppo d'Acquisto perché aggiunge un criterio guida nella scelta dei prodotti.

La solidarietà parte all'interno del gruppo, fra i suoi membri, e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell'ambiente, ai popoli del sud del mondo. Il GAS realizza quindi una rete di solidarietà che diventa fondamento dell'esperienza stessa, permettendo di praticare quello che viene definito consumo critico.


Come potrei partecipare?

Gruppo di acquisto solidale fà un picnic

Per prima cosa informati se nella tua zona esiste già un GAS attivo; se non è tra i gruppi iscritti a questo sito, qui trovi l'elenco ufficiale dei GAS Nazionali.

Se nella tua zona non è ancora attivo nessun GAS e conosci altre persone che come te sarebbero interessate a realizzarne uno, puoi farlo partendo da qui; una volta che avrai creato il gruppo i tuoi amici potranno partecipare e potrete rapidamente rendervi attivi; questo sito offre una vasta gamma di funzioni che vanno dalla gestione degli ordini, alla comunicazione interna del gruppo, alla gestione dei volontari nei punti di ritiro, etc.

Informati anche sui produttori presenti nella tua zona; questo motore di ricerca di aziende biologiche/etiche può essere un punto di partenza; ricorda che è fondamentale il criterio con cui vengono scelti i produttori: devono essere possibilmente vicini, rispettosi dell'ambiente e dei diritti dei loro lavoratori. E' molto importante mantenere un contatto personale con i fornitori, per conoscere e verificare personalmente la loro filosofia produttiva.

Se invece scopri che esiste un gruppo già formato, puoi contattare un amministratore, in modo da poterne conoscere le modalità di adesione; se il GAS è già attivo su questo sito, allora parteciparvi è semplicissimo: devi soltanto iscriverti e poi fare domanda di adesione, dopodiché verrai contattato da un amministratore del GAS che ti darà le informazioni che cerchi.

Faccio parte di un GAS già attivo, ma abbiamo problemi organizzativi

Eventhia.com è stato progettato per semplificare la gestione degli ordini e delle comunicazioni all'interno del GAS.

La gestione degli ordini funziona in modo molto semplice:

  • i referenti aprono gli ordini stabilendo la data e l'ora di chiusura degli ordini e di ritiro dei prodotti
  • i gasisti ordinano i prodotti attraverso una semplice interfaccia
  • gli ordini inviati diventano immediatamente visibili anche ai referenti, ai produttori e agli amministratori del GAS
  • alla data e ora stabilita gli ordini vengono automaticamente chiusi; a questo punto non resta che organizzare il ritiro e la distribuzione dei prodotti

Sono presenti anche alcuni strumenti per facilitare la comunicazione interna; è possibile inviare messaggi al singolo gasista, a determinati gruppi di persone oppure all'intero GAS, si possono creare dei sondaggi, inserire delle news e dei messaggi prioritari.

Servizi e funzionalità di Eventhia.com

Strumenti dei Gruppi di Acquisto Solidale

  • Una efficace gestione degli ordini
  • Un archivio dei gasisti divisi in sottogruppi
  • L'invio di e-mail a liste di gasisti selezionate per residenza, stato degli ordini e altri criteri
  • La gestione del volontariato nei Punti Ritiro
  • Un archivio storico di tutti i movimenti
  • Un Gruppo Qualità per la valutazione dei produttori
  • Un archivio di files ed images da scaricare
  • Un motore di ricerca dei produttori
  • La possibilità di effettuare dei sondaggi
  • Una pagina Web modificabile

Strumenti per tutti i Gasisti

  • La possibilità di formare un nuovo Gruppo di Acquisto Solidale
  • La possibilità di inserire annunci per il baratto, prestito di cose e adozione di animali
  • La possibilità di formare dei Gruppi di Acquisto Temporanei per l'acquisto collettivo di un certo bene
  • Una Banca del tempo
  • Uno strumento per facilitare il Car-Pooling
  • Un forum per comunicazioni, segnalazioni, divagazioni

Strumenti dei Produttori

  • Una gestione degli ordini "multi-GAS"
  • Una gestione dei listini rapida e funzionale
  • Un archivio storico degli ordini
  • Un archivio storico dei prodotti venduti
  • Una pagina Web modificabile
  • Una Scheda Valutazione per i GAS visibile a tutti
  • Una sezione in cui mettere dei files/documenti scaricabili

News

Giovedì 31 Luglio alle 08:58

L'Economia Solidale si fa Legge in Emilia-Romagna

Promozione e sostegno dell'economia solidale, approvata la legge

L'Economia Solidale si fa Legge in Emilia-Romagna

Riconoscere l’economia solidale “come strumento per affrontare la crisi economica, ambientale e occupazionale”; definire le misure di sostegno “per valorizzare, promuovere e sostenere lo sviluppo dell’economia solidale”, a partire dall’applicazione dei “Sistemi locali di garanzia partecipata” e dalla creazione di “Centri per l’economia solidale”, e istituire una delega o assessorato per il settore dell’economia solidale. Ancora: organizzare un Forum regionale per l’economia solidale, creare un Tavolo regionale e attivare un Osservatorio, con un portale web dedicato. Sono questi gli obiettivi del progetto di legge “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale”, approvato dall’Assemblea legislativa regionale. A favore si sono espressi i gruppi di maggioranza, M5s e il Gruppo Misto. Contrari Fi-Pdl e Lega nord; astenuta l’Idv.

Approvati due emendamenti e un ordine del giorno a firma Gian Guido Naldi (Sel-Verdi), Giovanni Favia (Misto) e Thomas Casadei (Pd), documentoche auspica, data la trasversalità degli ambiti e dei settori nei quali si sviluppa l’economia solidale e per dare piena efficacia alle finalità del progetto di legge, che il futuro presidente della Regione assegni una delega specifica in Giunta all’economia solidale.

La proposta di legge porta la firma dei consiglieri Naldi (Sel-Verdi), primo firmatario, Roberto Sconciaforni e Monica Donini (Fds), Gabriella Meo (Sel-Verdi), Thomas Casadei, Anna Pariani, Gabriele Ferrari, Antonio Mumolo e Damiano Zoffoli, Giuseppe Pagani, Tiziano Alessandrini; Marco Monari, Roberto Piva, Marco Barbieri, Roberto Montanari e Giuseppe Paruolo (Pd); Andrea Defranceschi (M5s), Liana Barbati (Idv), Franco Grillini e Giovanni Favia (Misto).

In particolare, con la legge viene introdotta la “Banca del tempo”: uno sportello, fisico e virtuale, che consente, gratuitamente, di sviluppare una rete sociale tra le persone per attivare scambi non economici bensì relativi a tempo messo a disposizione di altre persone per attività di sostegno.

“Una legge- ha sottolineato Favia relatore della proposta- che investe sul tasso di civiltà del territorio, mettendo al primo posto comunità e fiducia in una rete di distretto eco-solidale. L’economia solidale è già una pratica concreta in molti settori come l’agricoltura di prossimità, la diffusione di energie rinnovabili e sostenibili, il riuso e il riciclo, la mobilità sostenibile, il turismo responsabile, la finanza etica, il software libero, l’edilizia basata sulla rigenerazione”.

Per Naldi (Sel-Verdi), il provvedimento“è la dimostrazione che si stanno producendo esperienze di solidarietà e sostenibilità rivolte al futuro. Queste esperienze- ha detto- sono una risposta alla crisi economica e, in particolare, alla crisi di valori della nostra società”.

A parere di Casadei (Pd), “finalmente l’economia solidale può diventare quell’insieme di principi, non di nicchia, che saranno le risorse future della nostra società regionale: un’altra idea di società e di un nuovo mondo possibile”.

Per Paruolo (Pd), si tratta“una proposta di grande respiro culturale, che vuole dare spazio e voce a cose e persone che nella filiera non hanno voce”.

Perplessità sull’impianto della legge sono venute da Mandini (Idv): “Riconosciamo il valore culturale della proposta, ma ci sono dubbi sull’autentica applicazione della legge. Manca, in particolare, un vero sostegno economico alla finanza etica”.

Per Luigi Giuseppe Villani (Fi-Pdl) “è una legge bandierina che dà risposte parcellari a bisogni parcellizzati. Occorreva, invece, dare ossigeno e sostenere l’economia reale di questa regione, alle piccole e medie imprese e affrontare la questione sociale vera, cioè lo spopolamento del nostro appennino”.

In dichiarazione di voto, Gianguido Bazzoni (Pd) ha espresso il voto contrario alla legge: “Soldi e agevolazioni devono essere per le imprese, l’agricoltura e i giovani”. Per Paola Marani (Pd) la legge “rappresenta la valorizzazione di un protagonismo di persone e giovani che portano avanti nuovi modelli economici”. Secondo Roberto Sconciaforni (Fds) è “positiva la legge e lo sono i suoi fini: riconosce e sostiene forme di sussidiarietà positiva”.

Negativo il giudizio di Stefano Cavalli (Lega nord): “Una legge che guarda ad una politica che non ci appartiene”.

Liana Barbati (Idv) esprime un voto di astensione: “Dovevano puntare ad avere dei fondi”.

Per Andrea Defranceschi (M5s) si tratta“di una legge che nasce dal territorio e dalle persone. Spiace vedere persone che lodano ancora il neo-liberismo. Lasciateci però liberi di pensare ad una piccola speranza”.

Inserito da MarioBrus

Giovedì 17 Luglio alle 14:52

Volterra Vegan 014

Seconda edizione - 1-3 agosto 2014

Volterra Vegan 014

Per la 2° volta, la GAVOL ONLUS con la collaborazione dell'Associazione Galline in Fabula, e sempre con il Patrocinio del Comune e del C.P. Club Unesco di Volterra , organizza il VOLTERRAVEGAN.

Dopo l’inaspettato successo di pubblico e partecipazione riscosso lo scorso anno ci siamo convinti nonostante ancora molte difficoltà di andare avanti con questo nostro progetto, di continuare a parlare di “veganismo” e “antispecismo” e di promuovere il più possibile la scelta di uno stile di vita etico e sostenibile che escluda la sofferenza e l’uccisione di esseri senzienti.

Festival, vogliamo sottolinearlo con forza, indipendente, perché non si avvale di alcun contributo economico, ma si sostiene solo con l’impegno e la passione dei volontari. Crediamo che essere liberi senza alcun condizionamento o limitazione, abbia un valore in più.

Siamo sempre più convinti dell’importanza del Festival “Volterra Vegan” all’interno di una città come la nostra , ricca di storia , monumenti, cultura , abituata da sempre ad aprirsi al mondo, pronta a farsi conoscere e promuovere e a dare di sé un’immagine di città viva, con un occhio attento a preservare e curare i propri tesori, ma capace anche di volgere lo sguardo verso le novità ed i cambiamenti stando al passo con i tempi, pronta a rinnovarsi e ad accogliere nuove proposte come la nostra, che a primo impatto, è vero, può sembrare discordante ed inconciliabile con un territorio caratterizzato fortemente da attività come la caccia e la pastorizia; dove i piatti tipici sono a base di selvaggina; in gran parte delle famiglie si continuano a cucinare cinghiale, lepre, capriolo, uccellini, agnello, ed è normale andare da chi alleva animali nelle campagne per farsi “accomodare il maiale”.

Troviamo necessario e fondamentale che proprio in un territorio “ostico” come il nostro si cominci pian piano, con pazienza e senza imposizioni e forzature, a parlare della scelta vegana chiedendo agli stessi ristoratori e bar di variare qualcosa nel loro menù e proporre alcuni piatti vegani che poi, pensandoci bene, di piatti vegani ne abbiamo già molti nella nostra cucina tradizionale!

Crediamo che sia importante presentare il nostro Festival all’interno della città, nella piazza principale, in modo che chiunque possa imbattersi nella nostra proposta anche solo per caso, o addirittura per sbaglio! E’ nostro totale interesse arrivare a più persone possibile e non rivolgerci solamente a chi già conosce il veganismo o a chi lo ha già abbracciato. Vogliamo che la gente ne parli, che veda quante sono le proposte e le offerte possibili, che capisca che non è così difficile cambiare, che veda quanta gente ha già fatto questa scelta e che la si può fare anche in un territorio ed in una città come la nostra. Saranno quindi fondamentali gli INCONTRI con esponenti del mondo scientifico, filosofico e di attivisti che aiuteranno a sensibilizzare e a rendere più chiari i perché di questa importante scelta, che si terranno all’interno delle Logge di Palazzo Pretorio che si affacciano direttamente sulla Piazza dei Priori.

La sera di venerdì 1° agosto invece torneremo all’interno del Carcere di Volterra dove si terrà la “Cena VEGaleotta”grazie alla chef della “Capra Campa” di Roma con la collaborazione dei detenuti della struttura carceraria. Pensiamo che anche questo sia un luogo simbolo della città, fatto di sbarre ma anche di grandi possibili aperture e opportunità per i detenuti e tutto questo immediatamente rimanda alla necessità di parlare con forza del rispetto della vita in ogni sua forma e del bisogno di tolleranza e convivenza etica.

Il Sabato 2 e la Domenica 3 Agosto nella principale Piazza dei Priori avremo il MercatinoVEG al quale prenderanno parte numerose Associazioni italiane che si occupano di “animali non umani” con i loro stand e banchetti informativi e numerose Aziende ed Artigiani che proporranno prodotti e cibo vegano e poi ci sarà la possibilità per i più piccini di partecipare a LABORATORI educativi e artistici che contribuiranno a sensibilizzare e a rendere più consapevoli i bambini ma anche i loro genitori.

Inserito da MarioBrus

Mercoledì 16 Luglio alle 02:54

Festa del Bimbo Ecologico

Firenze, 13-14 Settembre 2014

Festa del Bimbo Ecologico

Informazioni

Bimbi & Natura è una manifestazione che viene fatta una volta l'anno a Firenze, dedicata alle famiglie, in particolare ai bambini, sui temi dell'ecologia, della sostenibilità, dei diritti delll'infanzia.
www.spazioben.com

 

Descrizione

Laboratori e spazi ludici, incontri con pediatri, educatori e psicologi, giochi all'aria aperta, corsi per bimbi e genitori, prodotti naturali per far crescere bene i propri piccoli, anche in un contesto urbano.
Informazioni per lo Spazio BeN! Cristina 329 2212082
spazioben@gmail.com

Questo e molto altro c'è stato alla prima edizione di 'Bimbi&Natura',adesso stiamo lavorando alla II edizione. Per essere aggiornati sulle novità, seguiteci qui, su Twitter e sul nostro sito www.spazioben.com

Inserito da MarioBrus

Domenica 6 Luglio alle 10:02

RIMETTERE AL MONDO IL MONDO, TESSERE IL FILO DI ECONOMIE DIVERSE

Invito all'incontro nazionale dei Bilanci di Giustizia - Caprino Bergamasco dal 28 al 31 agosto

I Bilanci di Giustizia si propongono da anni, con la loro esperienza, come scuola per chi intenda praticare percorsi felici di cambiamento negli stili di vita. Nati con la finalità di monitorare i propri consumi e diventare fucina di innovazione, per cambiare l'economia dalle piccole cose, dai gesti quotidiani, nella direzione di una maggiore giustizia per le persone e per l'ambiente, si fanno motore per la circolazione di un pensiero creativo e condiviso, in cui essere responsabili dell’immaginario dei luoghi di vita, senza delegare questo ruolo ad altri, con la consapevolezza acquisita delle scelte che si intraprendono.

La riflessione proposta

Per Bilanci di Giustizia “Rimettere al mondo il mondo” è una sfida: la crisi che stiamo attraversando ce la impone, e richiede un cambiamento profondo, sul piano esistenziale e di relazione, sul piano politico-sociale, sul piano ambientale, perché il mondo diventi più ospitale per tutti.
Occorre “tessere il filo di economie diverse”, fondate sull’etica del rispetto, della compassione, della natura. La ricerca dal titolo “Matriarchè - Il principio materno per una società egualitaria e solidale” (a cura di Francesca Colombini e Monica Di Bernardo – Exòrma ed.) ci ha offerto lo spunto per scoprire che “un’altra economia è possibile”. Che ci sono state in passato, e che ancora esistono, società che si fondano sull’economia del dono, alternativa all’economia di mercato, un’economia di sussistenza fondata sui principi della solidarietà e della non-violenza, che superi il vincolo dello scambio.

L’invito è a ritrovarci insieme dal 28 al 31 agosto, al tradizionale appuntamento dell’Incontro Nazionale, che quest’anno avrà luogo a Caprino Bergamasco (BG).
Sarà l’occasione di interrogarsi, di lasciarsi provocare, di inoltrarsi su nuove piste di riflessione, di cercare di “guardare il mondo con i piedi rivolti verso l’alto”, utilizzando il metodo del consenso per pensare in modo orizzontale, e praticando processi partecipativi in cui fare sintesi, nell’ottica di un contesto comunitario.

I temi su cui ci faremo sollecitare saranno quelli dell'economia della sobrietà e del dono, la microeconomia e la relazione fra i generi, il lavoro e la rivalutazione del lavoro di cura, alla luce della tradizione matrifocale, da recuperare come paradigma di una nuova economia.

Ma non mancheranno le riflessioni sui criteri di scelta dei consumi, in particolare del “capitolo abbigliamento” e i laboratori, momenti “rituali” e momenti di gioco, festa, allegria. In spirito “bilancista”.
All'incontro, aperto a tutti, sarà possibile anche avvicinarsi agli strumenti dei Bilanci di Giustizia e avviare un proprio personale percorso di cambiamento.

Per i bambini sono previste attività di animazione e il gruppo dei giovani “Fuori rotta” compierà il proprio percorso di ricerca ed esplorazione parallelo a quello degli adulti.

Il programma in sintesi

  • Giovedi 28 agosto sera ci faremo introdurre al tema dalla visione del documentario prodotto nell’ambito della ricerca “Matriarchè”, a cui seguirà l’intervento di Francesca Colombini, curatrice del libro.
  • Venerdi 29 agosto, la mattinata sarà dedicata al lavoro nei gruppi di condivisione, stimolati dall’intervento di Marco Deriu: “Dopo la crescita, dopo il patriarcato, ritrovare il senso della relazione”. Al pomeriggio, “Economia del dono in pratica: lavoro di cura, reddito di cittadinanza, reddito di comunità”: interventi e confronto con Giulio Marcon (“Sbilanciamoci”) e Betta Sormani (“Mondo di Comunità e Famiglie”).
  • Sabato 30 agosto sarà dedicato laboratori pratici sul tema “Tessere i fili giusti”. Ci interroghiamo su come ci vestiamo” saranno introdotti dall’intervento “Gli abiti spostati” di Alberto Saccavini.
  • Domenica 31 agosto concluderemo riflettendo sulle forme di “Scuola” dei Bilanci di Giustizia, sulle modalità per comunicare in modo efficace, facilitare la nascita di gruppi, lavorare in rete migliorando l’interconnessione con gli altri.

Dove e come si svolge

L'incontro avrà luogo a Caprino Bergamasco (BG) dal 28 al 31 agosto. La struttura che ci ospiterà sarà il Collegio di Celana Accoglienza.

Per non “sbilanciare”, e“rafforzare” la nostra volontà di cambiamento, l’Incontro Nazionale dei Bilanci di Giustizia è organizzato secondo lo spirito di buone pratiche: la scelta del luogo, che, per quanto possibile, adotti accorgimenti per il risparmio energetico e idrico e permetta naturalmente il non utilizzo dell’aria condizionata; i trasporti, con l’utilizzo di mezzi a minor impatto ambientale, la facilitazione di occasioni di viaggio condiviso e la scelta di mezzi pubblici; la ristorazione, con l’utilizzo di un servizio catering equo sostenibile ed anche solidale (prodotti a km.0 / del Commercio Equo / biologici / autoprodotti – acqua del rubinetto - frutta e verdura di stagione – menu vegetariano); i rifiuti, favorendo la raccolta differenziata e evitando l’utilizzo di contenitori e stoviglie “usa e getta”.

Per info e prenotazioni

Per iscriversi basta scaricare dal nostro sito www.bilancidigiustizia.it la scheda di iscrizione che trovate in home page sulla destra compilarla e inviarla con copia del bonifico a segreteria(chiocciola)bilancidigiustizia.it oppure telefonando allo 041/5381479 dalle 9.00 alle 14.00 il lunedi, mercoledi e venerdi.

Postato da MarioBrus

Giovedì 19 Giugno alle 14:30

Incontro Nazionale di Economia Solidale

Collecchio (PR) - 20/22 giugno 2014

Incontro Nazionale di Economia Solidale Sabato 21 giugno saremo all'Incontro Nazionale di Economia Solidale di Collecchio (PR) per partecipare al laboratorio su Economia Solidale Online.

Inserito da MarioBrus

Martedì 17 Giugno alle 12:21

Soggiorni estivi nel Parco Regionale delle Alpi Apuane

Alla scoperta delle Alpi Apuane 2014

Soggiorni estivi nel Parco Regionale delle Alpi Apuane

Il Parco delle Alpi Apuane è ricco di opportunità didattico- educative ed è anche un ambiente idoneo per molti sport come l’escursionismo, l’alpinismo, la speleologia, la mountain bike con i quali si riesce a coniugare la conoscenza e il rispetto dell’ambiente con il divertimento.

Il Parco contiene e custodisce anche attività umane tradizionali interessanti da conoscere ma soprattutto da imparare. Tutte le esperienze sono residenziali e si svolgeranno in strutture che hanno aderito al Progetto “Esercizio consigliato dal Parco” sottoscrivendo un disciplinare con il quale si impegnano ad effettuare scelte gestionali ecosostenibili. Sono dei soggiorni residenziali a prezzo facilitato (la famiglia contribuisce con 170 € e Parco e Regione Toscana completano la quota).

Per iscriversi è necessario inviare la domanda di iscrizione scaricabile dal sito del Parco www.parcapuane.it

  • I marmi delle Apuane - Pruno di Stazzema (LU) - Ostello La Pania 6 lug / 12 lug età 12 - 14
  • La mobilità sostenibile – Trekking - Rifugio Forte dei Marmi, Ostello La Pania, Rifugio Del Freo, Rifugio Puliti, Rifugio Nello Conti 13 lug / 19 lug età 12 - 15
  • Le attività tradizionali delle Apuane - Capanne di Careggine (LU) - Case Vacanza Borgo delle Panie13 lug / 19 lug età 8 -11
  • Le energie rinnovabili - Arni di Stazzema (LU) - Rifugio Puliti 27 lug / 02 ago età 8 - 11
  • Il Geoparco - Arni di Stazzema (LU) - Rifugio Puliti 03 ago / 09 ago età 8 - 11
  • Le leggende delle Apuane - Gramolazzo di Minucciano (LU) – Mini Hotel 17 ago / 23 ago età 8 - 11
  • I rifugi delle Apuane – Trekking - Rifugio Orto di Donna , Rifugio Nello Conti, Rifugio Puliti, Rifugio Rossi 17 ago / 23 ago età 12 - 15
  • La flora e la vegetazione del Parco – Orto di Donna di Minucciano (LU) – Rifugio Orto di Donna 24 ago / 30 ago età 8 - 11

Per informazioni: PARCO DELLE ALPI APUANE – Via Corrado Del Greco, n. 11 – 55047 Seravezza (LU) U.O.C.

VALORIZZAZIONE TERRITORIALE – Tel. 0584 758233 - Fax 0584 758203 dalle 8.30 alle 14.30

e-mail: educazioneambientale@parcapuane.it

Inserito da fampanni

Giovedì 22 Maggio alle 14:59

Mirto e Liquori di Sardegna

Consegna a domicilio GAS Lombardia e Veneto

Mirto e Liquori di Sardegna Prima decade di giugno 2014: consegna a domicilio in tutta la Lombardia e in tutto il Veneto; consegna gratuita per ordini superiori alle 12 bottiglie, per ordini inferiori contributo di 10,00 euro.

Inserito da mirto

Domenica 18 Maggio alle 19:16

Fattoria Aperta

Cà Santino 18 e 25 maggio, 1 e 8 giugno

Fattoria Aperta Fattoria aperta, presso l'azienda Il Buon Pastore di Montefiore in via Cà Santino, le prossime 4 domeniche Il programma prevede: MATTINA ORE 9:30 "FACCIAMO IL FORMAGGIO": laboratorio pratico di caseificazione per bambini (ogni bimbo potrà fare il suo formaggino da portarsi a casa) PRANZO ORE 12:30: degustazione di formaggi, salumi e altri prodotti di aziende amiche. POMERIGGIO ORE 15:00: passeggiata lungo i pascoli per scoprire rumori e profumi della natura. I laboratori sono gratuiti, per informazioni telefonare al 0541/985874 e al 3358074499.

Inserito da MarioBrus

Sabato 26 Aprile alle 16:37

COLLECCHIO - 20, 21, 22 GIUGNO 2014

L'economia solidale funziona! Insieme.

COLLECCHIO - 20, 21, 22 GIUGNO 2014 A Parma, dal 20 al 22 giugno 2014, a vent'anni dalla nascita dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS), si terrà l'incontro annuale dell'Economia Solidale, promosso dalla Rete Economia Solidale (RES) con il supporto del Coordinamento Regionale dell'Economia Solidale Emilia Romagna (CRESER). L’incontro è pensato per essere vissuto in diversi momenti distinti, cadenzati ciascuno dai nostri tempi: Compilazione delle SCHEDE ACQUISIZIONE DATI (progetti, proposte, idee, valutazioni, riflessioni e quant’altro si vorrà costruire insieme ad altri) Analisi delle SCHEDE raccolte Restituzione ai territori degli argomenti simili contenuti nelle SCHEDE affinché gli stessi possano essere realizzati o sviluppati ulteriormente (laddove attivi) Perché la raccolta delle informazioni tramite schede? Perché l'INCONTRO è già iniziato e termina il 22 giugno. Perché auspichiamo che dal 23 Giugno possano partire progetti concreti. In questo contesto l’Economia Solidale potrà manifestare la sua Capacità di Pensarsi INSIEME per dare seguito a progetti comuni ponendosi la domanda alla quale verificheremo se l’economia solidale può essere una risposta alla domanda: “ l'economia solidale è capace generare lavoro” ?

Inserito da MarioBrus